domenica , maggio 26 2019
Home / Cura del Corpo / Il comitato si prende cura della strada del Baldo

Il comitato si prende cura della strada del Baldo

NAGO TORBOLE. «Sono davvero soddisfatto. È stato un momento di grande condivisione, un segnale fortissimo della vitalità di una comunità che ama il proprio territorio, e che lo dimostra materialmente». Così il sindaco di Nago-Torbole, Gianni Morandi, ha commentato ieri la prima giornata di attività del Comitato “Prai de Nac”. Una realtà nata pochi giorni fa, e presieduta da Valerio Rosà, costituita da un gruppo di volontari del comune, intenzionati a valorizzare il Monte Baldo e i tradizionali prati di Nago. Insieme, in un’ottica di sostenibilità paesaggistico-ambientale e senza scopi di lucro o politici, con l’obiettivo di trovare un rinnovato ed efficace equilibrio tra la comunità stessa e la sua terra.

Erano più di quaranta, ieri mattina, i volontari che, divisi in squadre, hanno battuto circa dieci chilometri della strada del Baldo, armati di decespugliatore, pale, rastrelli e carriole. Hanno tagliato e accatastato rami, tronchi e ramaglia, raccolto rifiuti abbandonati e liberato aree impercorribili a causa degli alberi caduti durante l’inverno. Un impegno fattivo per il decoro della propria montagna, ore di lavoro, che si sono trasformate, però, in un’occasione di festa e di amicizia. «L’invito ad aderire alle nostre iniziative è rivolto a tutti: proprietari terrieri, di baite o a chi semplicemente ha nel cuore la montagna – ha dichiarato il presidente del Comitato Valerio Rosà -. Il Monte Baldo rappresenta un fiore all’occhiello per la nostra comunità, e deve trasmettere un’immagine positiva e di sicurezza a tutti coloro che lo frequentano e lo vivono».

“Prai de Nac” è intenzionato a promuovere interventi e proposte in collaborazione con il Comune di Nago-Torbole, il Corpo Forestale, la Provincia di Trento, l’Ente Parco Naturale del Baldo, e le varie associazioni del comune.

«È stata una bellissima occasione di confronto, ringrazio tutti coloro che si sono adoperati in questo grande momento di sensibilizzazione ecologica – ha affermato il sindaco – Credo che quella di una comunità così trasversale al lavoro sia un’immagine forte, a dispetto

di chi, nell’ultimo periodo, sta accusando l’amministrazione di demolire l’associazionismo».

All’attività hanno partecipato anche Giovanni Vicentini, assessore alle foreste del Comune di Nago-Torbole, e i consiglieri Giuseppe Mazzoldi e Giuliano Rosà.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi Anche

Dermaroller: l’intervento fai da te contro rughe e smagliature

Ogni giorno il mondo del beauty si arricchisce di nuovi prodotti. Tra le ultime proposte …

Home / Cura del Corpo / Il comitato si prende cura della strada del Baldo

Il comitato si prende cura della strada del Baldo

NAGO TORBOLE. «Sono davvero soddisfatto. È stato un momento di grande condivisione, un segnale fortissimo della vitalità di una comunità che ama il proprio territorio, e che lo dimostra materialmente». Così il sindaco di Nago-Torbole, Gianni Morandi, ha commentato ieri la prima giornata di attività del Comitato “Prai de Nac”. Una realtà nata pochi giorni fa, e presieduta da Valerio Rosà, costituita da un gruppo di volontari del comune, intenzionati a valorizzare il Monte Baldo e i tradizionali prati di Nago. Insieme, in un’ottica di sostenibilità paesaggistico-ambientale e senza scopi di lucro o politici, con l’obiettivo di trovare un rinnovato ed efficace equilibrio tra la comunità stessa e la sua terra.

Erano più di quaranta, ieri mattina, i volontari che, divisi in squadre, hanno battuto circa dieci chilometri della strada del Baldo, armati di decespugliatore, pale, rastrelli e carriole. Hanno tagliato e accatastato rami, tronchi e ramaglia, raccolto rifiuti abbandonati e liberato aree impercorribili a causa degli alberi caduti durante l’inverno. Un impegno fattivo per il decoro della propria montagna, ore di lavoro, che si sono trasformate, però, in un’occasione di festa e di amicizia. «L’invito ad aderire alle nostre iniziative è rivolto a tutti: proprietari terrieri, di baite o a chi semplicemente ha nel cuore la montagna – ha dichiarato il presidente del Comitato Valerio Rosà -. Il Monte Baldo rappresenta un fiore all’occhiello per la nostra comunità, e deve trasmettere un’immagine positiva e di sicurezza a tutti coloro che lo frequentano e lo vivono».

“Prai de Nac” è intenzionato a promuovere interventi e proposte in collaborazione con il Comune di Nago-Torbole, il Corpo Forestale, la Provincia di Trento, l’Ente Parco Naturale del Baldo, e le varie associazioni del comune.

«È stata una bellissima occasione di confronto, ringrazio tutti coloro che si sono adoperati in questo grande momento di sensibilizzazione ecologica – ha affermato il sindaco – Credo che quella di una comunità così trasversale al lavoro sia un’immagine forte, a dispetto

di chi, nell’ultimo periodo, sta accusando l’amministrazione di demolire l’associazionismo».

All’attività hanno partecipato anche Giovanni Vicentini, assessore alle foreste del Comune di Nago-Torbole, e i consiglieri Giuseppe Mazzoldi e Giuliano Rosà.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi Anche

Dermaroller: l’intervento fai da te contro rughe e smagliature

Ogni giorno il mondo del beauty si arricchisce di nuovi prodotti. Tra le ultime proposte …